mercoledì 7 settembre 2011

Autunno, non ci spaventi.....

.....anzi, noi ti aspettiamo con ansia!
Anche perchè se non si abbassano un pò le temperature, come caspita facciamo a sfoggiare i nostri guantini???? ( per non parlare delle calze poi.....)

Carrellata di fotografie:

Dalla foto non si vede molto, ma questi viola e rosa sono sterluccicosi,
grazie al lurex contenuto nel filato




Un altro carico da 11 da parte Luigi, il suo super ricamo ormai è onnipresente





Per il paio blu ricamo facile facile e fiore all'uncinetto...
minima spesa, massima resa ^_^





Treccine sopra e sotto per il filato merinos extra fine beige





Le manopole verdi meritano un applauso particolare.
Il pappagallino è di lana feltrata,
applicato con il metodo della feltratura ad ago,
e questa è la solita genialata dello zio Alberto





E qui un altro paio con le treccine

Ma chi ha più il coraggio di chiamare le nostre NZAK solo macchine per calze?????



14 commenti:

  1. wow... vi siete specializzati con la macchina da calze!! quante meraviglie!!
    i primi guantini sono un amore

    RispondiElimina
  2. sono contenta che ti piacciano i guantini
    nel nostro negozio etsy ne puoi vedere altri
    http://www.etsy.com/shop/HandMadeInItaly?ref=si_shop

    RispondiElimina
  3. i tuoi guantini sono meravigliosi! i miei preferiti sono quelli con l'effetto 'pizzo' e quelli con i bordi a ondina (ehm notare il linguaggio tecnico XD ) brava brava brava!

    RispondiElimina
  4. Sono bellissimi!! li adoro tutti!!! forse i miei preferiti sono quelli con le treccine e il bordo ondulato.. li adoovoo! :)

    (anche il mio linguaggio e' molto tecnico, ehm :D )

    RispondiElimina
  5. E io adooovo il vostro linguaggio tecnico ^_^
    Grazie mille ragazze, siete carinissime!

    RispondiElimina
  6. Ciao, mi sono da poco avvicinata all'arte della filatura, ma ho un grosso problema ... non ho un filatoio. Sento di persone che hanno recuperato quelli dei nonni, che lo hanno comprato via internet dalla Nuova Zelanda. Io non abito distante da Brescia (una sessantina di chilometri) e volevo sapere se dalle vostre parti esiste qualcuno che li faccia/venda.
    Grazie
    Patrizia

    RispondiElimina
  7. Ciao Patrizia, arcolai recuperati da una qualche soffitta generalmente hanno segni del tempo e non sempre sono completi, a volte hanno dei pezzi recuperati da altri arcolai perciò si rischia di acquistare un prodotto che avrà sempre problemi
    poi bisogna mettere in conto anche l'usura

    per gli arcolai nuovi si trovano solo all'estero con dei rivenditori anche in Italia (in Italia c'è soltanto un rivenditore della Majacraft)
    http://dalfiloderbaalfilodilana.blogspot.com/

    Ti mando dei link dove puoi trovare qualcosa

    https://www.wollknoll.eu/shop/wbc.php?sid=1939885cfcc0&tpl=pgruppen.html&rid=128

    da questa ditta acquistiamo anche la lana da filare, il prezzo è competitivo

    questo è un altro rivenditore in germania dove ho acquistato il mio arcolaio della majacraft per non conoscevo ancora il rivenditore italiano

    http://www.wollinchen.de/epages/61105751.sf/de_DE/?ObjectPath=/Shops/61105751/Categories/%22Spinnr%C3%A4der%20und%20Zubeh%C3%B6r%22

    ci sono di tutti i prezzi
    se ti servono altre informazioni scrivi pure o se vuoi passare a brescia ci mettiamo d'accordo
    ciao Luigi

    RispondiElimina
  8. Grazie mille! Ho conosciuto Valentina (dal filo d'erba al filo di lana)e ho visto il suo bellissimo arcolaio Majacraft. La spesa non è indifferente e visto che non so ancora quale sarà il mio futuro di filatrice (ho difficoltà a trovare posto in casa anche per il più piccolo e molto poco tempo con tre bimbi piccoli), ci sto pensando e guardondomi attorno per qualcosa di magari più economico per iniziare. E' anche vero che dovrebbe essere resistente perchè mi piacerebbe far fare questa esperienza ad alcune classi elementari. Ho guardato il secondo link che mi hai mandato, li ci sono prezzi vari, ma non capendo nulla di tedesco, poco di inglese e per ora poco di filatura mi è difficile valutare. Intanto ti ringrazio per le informazioni e qualsiasi consiglio sarà ben accetto. Continuerò a seguire il blog e scriverò. A proposito c'è un indirizzo mail a cui scrivere o bisogna sempre "postare" un commento?
    notte
    Patrizia

    RispondiElimina
  9. ciao Patrizia, in alto a sinistra abbiamo inserito la pagina dei contatti, puoi inviare le tue richieste anche da li, ti risponderemo al più presto
    buona lettura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao luigi, ti scrivo di nuovo qui perchè non ho trovato i contatti (forse sono un po' addormentata!)
      ci ho messo un po' ma ho deciso che devo comprare un filatoio. Adesso devo cominciare veramente a capire cosa può fare al caso mio. Dai tuoi fotoritocchi (a me piacciono molto)ho visto che tra voi c'è chi usa ashford e chi majacraft. Oltre al prezzo sapreste dirmi se vi trovate bene con entrambi o se ci sono grosse differenze. Inoltre volevo sapere se conosci quelli "da viaggio" di queste marche, che forse per me sarebbero comodi visto che vorrei portare il mio filatoio in giro per le scuole anche solo perchè i bimbi provino con quale costanza e ritmo deve girare una ruota. cosa mi consiglieresti considerando che per ora (e spero solo per ora) lo farei più come attività didattica che per fare km e km di filo?
      grazie
      Patrizia
      Patrizia

      Elimina
  10. ciao patrizia, io uso suzie prof della majacraft e mi trovo molto bene!
    ho provato anche il rosie sempre della majacraft e anche quello va molto bene, anche se il mio preferito è il suzie, entrambi considerati da trasporto perchè si ripiegano su se stessi

    ho provato anche l'ashford modello travelle (quello che hai visto sulle foto e nel video) considerato anche lui da trasporto anche se non si ripiega nessun componente.
    va bene anche lui......... la majacraft è un altro pianeta sia come uso che anche come dettagli costruttivi che a mio parere sono importanti

    sia dell'uno che dell'altro ci sono altri modelli da trasporto:
    majacraft little gem estemamente trasportabile
    majacraft pioneer non è per il trasporto ma è più economico
    ashford joy trasportabile perchè si ripiega
    ashford kiwi 2 economico
    per questi qua non so dirti nulla di più perchè non li ho provati

    se hai bisogno di altre informazioni fammi sapere
    buon lavoro Luigi

    RispondiElimina
  11. ps: la pagina dei contatti l'abbiamo tolta, per quello che non l'hai trovata

    RispondiElimina
  12. peccato abbiate tolto i contatti! nonnostante la mia età sono un po' all'antica e per me è strano pensare che le mie parole siano su un blog e che chiunque nel mondo possa leggerle...comunque grazie mille per le info molto precise. Visto che è il mio primo filatoio, che dovrò filare solo pochi metri per volta e che mi dici che comunque funziona sono più orientata verso un ashford. non importa se la ruota non gira alla perfezione, l'importante è che sia semplice e che non si rompa alla prima pedalata un po' veloce dei bimbi. ti farò sapere del mio acquisto. grazie ancora e buona giornatta.Patrizia
    P.s. ho ordinato su amazon il libro filare tingere e tessere che dovrebbe arrivarmi fra qualche giorno e poi pensavo di prendere Filare a mano: come creare bei filati di Deborah Gray. tu li conosci? sono gli unici 2 libri in italiano (o meglio tradotti in italiano) che ho trovato. oltre a trovare qualche consiglio i libri mi sarebbero utili nel caso gli insegnanti volessero qualcosa di scritto, per caso tu hai sugerimenti? sono anche alla ricerca di racconti, favole (ne ho già una quindicina), tradizioni etc su pastori, pecore, filatura, tessitura e tutto ciò che può ruotare attorno al mondo della lana e del filo.

    RispondiElimina
  13. ciao patrizia, abbiamo ripristinato la pagina dei contatti (appositamente per te) la trovi in alto sulla destra

    anch'io sono all'antica infatti faccio scrivere ad Ale, di libri non ne ho letti, le mie informazioni le ho prese guardando i filmati su youtube e su siti che parlano di filatura
    fortunatamente esiste il traduttore di google così riesco a capirci qualcosa
    quello che ho visto poi ho cercato di replicarlo sul filatoio

    alla prossima
    Luigi

    RispondiElimina